revisione di gru elettriche da operatori specializzati

Manutenzione delle gru elettriche: consigli e controlli periodici

La manutenzione delle gru elettriche è un aspetto di primaria importanza nel panorama delle macchine da lavoro. Le gru sono infatti deputate alla movimentazione di carichi pesanti e quindi sono sottoposte a sollecitazioni che ne possono accelerare sensibilmente il deterioramento strutturale e funzionale, a prescindere dal contesto nel quale sono chiamate a operare; ma quali sono le tipologie di intervento manutentivo più comuni e le norme che ne regolano l’attuazione?

Perché la manutenzione delle gru elettriche è essenziale

Il monitoraggio periodico delle condizioni strutturali di una gru elettrica di qualsiasi tipo ha come scopo il mantenimento della sua capacità operativa ottimale e la conformità alla normativa vigente in materia di sicurezza sul lavoro e dei macchinari impiegati.

I controlli a cui devono essere sottoposte le gru elettriche possono essere obbligatori o meno, ma in ogni caso caldamente consigliati per garantire l’operatività a lungo termine insieme alla sicurezza nel loro impiego.

Questi rappresentano una serie di interventi da effettuare con una cadenza temporale prestabilita seguendo le istruzioni del costruttore e sono finalizzati al mantenimento delle condizioni ottimali di funzionamento della gru e alla prevenzione di eventuali guasti o anomalie

Quando la manutenzione di una gru elettrica è obbligatoria

L’obbligo di manutenzione periodica di una gru elettrica è regolato dal Decreto legislativo 81/2008 e successive modifiche e integrazioni, conosciuto anche come Testo Unico sulla Sicurezza, qualora essa dovesse avere una portata superiore ai 200 chilogrammi e varia a seconda che sia mobile, trasferibile o fissa.

La verifica periodica è annuale se sono state costruite da più di dieci anni, in caso contrario è biennale, con una verifica aggiuntiva qualora dovessero operare da più di 20 anni e sancita dalla direttiva tecnica UNI-ISO 9927-1 specifica per le ispezioni alle gru.

Gli interventi di manutenzione e verifica periodica più comuni per le gru elettriche

Il D. Lgs. 81/2008 prevede due tipologie di operazioni periodiche. La prima tipologia di interventi può essere effettuata da un soggetto competente interno o esterno all’azienda, deve garantire efficienza e stato ottimali delle attrezzature lavorative in uso (art. 71, comma 8). La seconda tipologia verte su tutte le azioni per verificarne, a cura di un Organismo riconosciuto e abilitato o dall’ASL, non solo la conservazione ma anche la sicurezza durante il suo impiego (art. 71, comma 11).

Analizziamo singolarmente le azioni manutentive che devono essere effettuate a cura del datore di lavoro e che, come già accennato precedentemente, hanno come fine il garantire nel tempo il funzionamento ottimale della gru elettrica.

Pulizia delle gru elettriche

Rappresenta il primo passo nella procedura di manutenzione periodica di una gru elettrica e rimuove lo sporco, la polvere ed eventuali detriti che possono accumularsi nelle parti meccaniche ed elettriche causandone il malfunzionamento.

Lubrificazione

Per mezzo di essa viene gestito e ridotto l’attrito tra le parti mobili della gru elettrica per mezzo di oli o grassi con composizione chimica speciale per assicurare la loro fluidità di movimento e nello stesso tempo non interferire con la natura dell’alimentazione della gru.

Sostituzione di componenti usurati

L’usura delle parti in movimento della gru elettrica, come cavi, pulegge, freni, ecc. è inevitabile; per porvi rimedio è prevista la loro sostituzione tempestiva, al fine di prevenire il manifestarsi di guasti improvvisi che possono bloccare l’operatività del mezzo.

Taratura dei dispositivi di sicurezza e di controllo

La configurazione e la taratura dei dispositivi di sicurezza e controllo della gru elettrica – quali limitatori di carico, freni, interruttori di finecorsa e telecomando – devono essere monitorate regolarmente per assicurarsi che i loro parametri di funzionamento siano contenuti entro i valori consigliati dal costruttore.

Gru elettriche: verifiche periodiche

Per maggiore chiarezza, è necessario suddividere le verifiche periodiche a livello temporale, distinguendole tra:

  • prima verifica, i cui scopi sono l’identificazione della gru e la sua regolare registrazione all’INAIL della sua messa a servizio; il check del Registro di Controllo; il monitoraggio dello stato fisico della gru, compreso il suo collaudo;
  • successive, che accertano la conformità alle istruzioni rilasciate dal produttore e concernenti la sua installazione; l’effettuazione della regolare manutenzione al fine di preservarne le caratteristiche di sicurezza operativa.

Gli interventi relativi a questa particolare tipologia di controlli sono a carico di aziende specializzate. Enti come l’INAIL o professionisti abilitati e includono il controllo della documentazione, ovvero la verifica delle dichiarazioni di conformità, la denuncia e lo storico dei verbali di verifica.

Consigli finali per la manutenzione delle Gru

Da tutto ciò che abbiamo detto si evince che, a prescindere dalla conformità alla legislazione vigente in materia di sicurezza sul lavoro, il sottoporre a manutenzione regolare la gru elettrica consente di allungarne la vita operativa, anticipando in questo modo il sorgere di problemi che porterebbero al fermo macchina, con la conseguente perdita di tempo e produttività.

NMG: Noleggio e vendita Gru elettriche

NMG è leader in Italia e in Europa nel noleggio e nella vendita di gru elettriche. I migliori marchi sul mercato e condizioni di noleggio flessibili e vantaggiose permettono alle aziende una soluzione pratica e funzionale per la scelta di gru 100% elettriche.

Scopri di più sui servizi di vendita e noleggio di gru elettriche NMG

operatore specializzato per il noleggio gru elettrica

Noleggio Gru elettriche: le formule di noleggio possibili

Il noleggio delle gru elettriche è la migliore soluzione per poter sfruttare al meglio tutte le caratteristiche che distinguono questi mezzi di sollevamento, ideale per operare in contesti anche molto diversi fra loro, quali l’edilizia, l’industria e la logistica.

Per le aziende è fondamentale conoscere le differenti tipologie e modalità per il noleggio delle gru elettriche, in modo da scegliere il locatore e il tipo di noleggio migliore per il proprio lavoro.

Quali sono le formule di noleggio possibili per le gru elettriche? Analizziamo insieme le varie tipologie, prendendo in considerazione la durata del contratto e la presenza o meno dell’operatore specializzato nella loro conduzione.

Le formule di noleggio delle gru elettriche

Conoscere le modalità con cui è possibile noleggiare una gru elettrica permette di ottimizzare il rapporto costi-benefici, elemento essenziale all’interno della logica operativa di ogni azienda; nello specifico, anche se sono le varie aziende locatarie che ne decidono le caratteristiche principali, il contratto, tenendo conto della sua durata, può essere di tre tipi:

  • a breve termine: può andare da un giorno a una settimana ed è particolarmente adatto per interventi occasionali o urgenti e che richiedono una soluzione rapida ed efficace.
  • a medio termine: in genere va da una settimana a un mese, ed è ideale per lavori più complessi che richiedono un maggior livello di pianificazione.
  • a lungo termine: è la formula principale del noleggio per le gru elettriche, che prevede una durata da un mese a un anno o più, e adatta a lavori stabili e continuativi, che richiedono una soluzione duratura. Il noleggio a lungo termine permette di fruire di una gru elettrica come se fosse di proprietà, ma senza sostenerne gli oneri derivanti dal possesso, come costi di acquisto, ammortamento, assicurazione e manutenzione, semplificando allo stesso tempo la relativa contabilità interna proprio per la prevedibilità dell’investimento.

Gru elettriche: noleggio con o senza operatore?

Altro aspetto di notevole importanza per il noleggio di una gru elettrica è la scelta della presenza o meno di un operatore specializzato. Queste le caratteristiche per le due modalità di noleggio:

  • noleggio con operatore (o a caldo), è ideale per quelle aziende che non hanno personale qualificato o abilitato alla manovra delle gru, o che desidera affidarsi a un professionista esperto che conosca alla perfezione la gru. I vantaggi di questa formula sono la rapidità e l’efficienza nei tempi di esecuzione di ogni intervento, oltre alla riduzione dei rischi di incidenti o danni dovuti all’impiego del mezzo, anche se a fronte di un aumento del canone di locazione;
  • noleggio senza operatore (o a freddo), è la soluzione più vantaggiosa economicamente dal momento che il relativo canone prevede solo il nolo della gru. Il noleggio delle gru senza operatore è particolarmente adatto per noleggi di lunga durata e per imprese che già hanno al loro interno personale qualificato alla manovra di gru e altri mezzi di sollevamento.

NMG Italia: noleggio gru elettriche

NMG Italia è un’azienda specializzata nel noleggio delle gru elettriche. Formule di noleggio flessibili e un ampio parco macchine in costante crescita sono per le imprese una garanzia di un noleggio professionale e completo.

Le formule di noleggio proposte per le gru elettriche hanno una durata che va dal singolo giorno fino a diversi mesi.
Per noleggi a breve e lungo termine le imprese hanno la possibilità di optare per il noleggio gru a caldo, con operatore NMG formato e altamente specializzato, o per il noleggio gru senza operatore. Il personale NMG è sempre disponibile, anche con il servizio di assistenza telefonica e in loco, a fornire consulenza per il noleggio, scegliendo il mezzo e la formula più adatta per l’impresa.

Scopri di più sul noleggio gru elettriche NMG

gru elettrica a noleggio durante sollevamento materiali

Gru elettriche: tutti i vantaggi per l’ambiente

Sempre più aziende scelgono di aggiornare il proprio parco macchine con le gru elettriche.
Grazie a performance al pari delle tradizionali gru diesel e agli ingombri ridotti, le gru elettriche rappresentano un’ottima soluzione in grado di unire efficienza, sicurezza ed ecosostenibilità.

Vediamo, quindi, quali sono i vantaggi delle gru elettriche dal punto di vista ambientale e come questi possono influenzare la qualità del lavoro, declinata in tutte le sue sfaccettature come tempistiche, versatilità e costi.

Scopri di più sui servizi di vendita e noleggio di gru elettriche NMG

Le gru elettriche: quali vantaggi per l’ambiente

Le gru elettriche sono una soluzione più all’avanguardia, in grado di garantire massime performance insieme a una ridotta impronta ambientale.

Nello specifico, con le gru elettriche si può parlare dei seguenti vantaggi ecologici:

  • riduzione nelle emissioni di gas, poiché le gru elettriche non emettono i gas di scarico contribuiscono al ridimensionamento dell’impatto ambientale in ambito edile, industriale e commerciale della movimentazione di pesi e materiali;
  • riduzione dell’inquinamento atmosferico locale, data l’assenza di fumi contenenti inquinanti nocivi come l’ossido di azoto e le polveri sottili, che possono causare seri problemi alla salute delle persone presenti a vario titolo in cantiere, contribuendo a migliorare la qualità dell’aria nelle città e nelle aree industriali;
  • riduzione dell’inquinamento acustico: le gru elettriche sono molto più silenziose rispetto ai modelli tradizionali i quali, proprio per la presenza del motore a combustione interna e del sistema idraulico, producono emissioni acustiche dannose per le persone e per la fauna circostante il luogo di lavoro;
  • riduzione delle vibrazioni, vantaggio legato alla minore complessità dei propulsori elettrici rispetto a quelli termici, riducendo quindi il rischio di danni immediati o potenziali alle infrastrutture, siano esse già in essere o in costruzione, migliorando la stabilità del mezzo e dunque la sicurezza delle operazioni di movimentazione, oltre a ridurre gli effetti negativi correlati sulla salute dei lavoratori.

Impiegando le gru elettriche, quindi, si raggiungono due obiettivi essenziali:

  • miglioramento nelle performance, grazie a gru più compatte ed efficienti, utilizzabili anche in ambienti interni;
  • riduzione dell’impatto ambientale, tema sempre più centrale per una buona immagine sociale di imprese e aziende.

 

Fabbisogno di energia per le gru elettriche

Le gru elettriche non solo hanno livelli di performance pari alle rispettive diesel, ma sono anche più efficienti dal punto di vista dei consumi.

Le moderne batterie hanno infatti una durata estesa fino a 8 ore di lavoro non-stop, utilizzando in maniera completa tutta l’energia della ricarica (le moderne batterie delle gru elettriche riducono notevolmente la dispersione di energia, che viene impiegata tutta per l’operatività effettiva del mezzo).

Inoltre le aziende possono decidere di affidarsi a fornitori di energia elettrica green per la ricarica delle proprie gru elettriche, con energia derivante da fonti sostenibili e controllate, così da ridurre in maniera ancora maggiore il proprio impatto ambientale.

NMG: Noleggio e vendita Gru elettriche

NMG è leader in Italia e in Europa nel noleggio e nella vendita di gru elettriche. I migliori marchi sul mercato e condizioni di noleggio flessibili e vantaggiose permettono alle aziende una soluzione pratica e funzionale per la scelta di gru 100% elettriche.

Scopri di più sui servizi di vendita e noleggio di gru elettriche NMG

operatore nmg per assistenza noleggio gru

Assistenza per il noleggio Gru: quali sono i punti di forza NMG Italia

mini gru utilizzate all'interno di stabilimenti agroalimentari

Cosa considerare quando si sceglie una mini gru

Nella scelta di una mini gru, sia essa da noleggiare o da acquistare, ci sono una serie di considerazioni importanti da affrontare.
Questa tipologia di gru si è infatti diffusa notevolmente grazie ai suoi vantaggi, come la compattezza, la manovrabilità e l’efficienza.

In questo articolo vediamo quali fattori considerare quando si deve optare per la mini gru, dalla portata al tipo di alimentazione e sistema di movimento.
Leggi anche: “Mini gru elettriche: quali sono le caratteristiche e i vantaggi”

Gli aspetti da considerare nella scelta di una mini gru

Quando si deve scegliere una mini gru, è necessario focalizzarsi su tutti quegli elementi che sono rilevanti per le necessità operative dell’azienda e che risultano determinanti per la buona riuscita di un intervento di movimentazione.

Alimentazione: mini gru elettrica o diesel?

Un primo fattore da considerare nella scelta di una mini gru è il tipo di alimentazione, elettrica o diesel. In base al tipo di alimentazione, infatti, la gru sarà più adatta per un certo tipo di interventi.

Le mini gru elettriche sono l’ideale quando si opera in ambienti sia esterni che interni, anche in stabilimenti produttivi come quelli alimentari, dove i fumi di scarico di una normale gru diesel danneggerebbero la qualità della produzione.
Questo tipo di mini gru è inoltre ideale per operare in spazi più ristretti, in quanto l’alimentazione elettrica richiede meno componenti (e quindi meno ingombri) di una tradizionale gru alimentata con motore diesel.

Un ottimo esempio di mini gru elettrica è la Greenlifter: compatta, manovrabile e, grazie al fatto che può essere smontata, agevolmente trasportabile.

Mini gru: cingolata o gommata?

Altro aspetto da considerare quando si sceglie una mini gru – sia essa elettrica o meno – è la modalità di trazione. Questa può essere equipaggiata con cingoli oppure ruote gommate, e ognuno di questi sistemi si adatta meglio a differenti scenari logistici.

Le mini gru cingolate grazie alla migliore stabilità hanno la capacità di operare su terreni difficili, con poca aderenza, sconnessi o in forte pendenza.

Le mini gru gommate sono invece la scelta perfetta quando si opera all’interno, sia in stabilimenti produttivi che in tutti quegli scenari nei quali è presente una pavimentazione che sarebbe danneggiata dai cingoli.

Tra i modelli cingolati che si distinguono per elevata stabilità e performance la serie SPX della Jekko include una gamma completa, dalla 328 alla 1280, passando per la 532 e la 650, con sistema di auto livellamento utile soprattutto in caso di impiego su superfici scoscese. Tra le versioni di mini gru gommate, spiccano le varie versioni MC dalla 25S alla 45S, che rappresentano un eccellente compromesso tra dimensioni e portata massima e con un’eccellente manovrabilità data dalla trazione su ruote.

Portata della mini gru: un aspetto determinante per la scelta

Nella scelta della mini gru è ovviamente indispensabile considerare il parametro principale che distingue le gru, ovvero la portata massima.

In base allo specifico intervento da effettuare (nel caso di noleggio) o in base alle principali attività nelle quali sarà impiegata la mini gru, è importante scegliere una portata che sia adeguata.

Per le mini gru elettriche la portata massima va dai 900 kg della Greenlifter, ideale per piccoli interventi di movimentazione in spazi molto ristretti, fino ai 4500 kg di portata massima della MC 45S e i 5000 kg della JEKKO SPX 650, tra le compatte più potenti per portata.

NMG Italia: Noleggio e Vendita mini gru elettriche

NMG Italia è un’azienda specializzata nel noleggio e nella vendita di gru elettriche ad aziende e imprese in tutta Italia.
All’interno del parco mezzi, una gamma completa di mini gru cingolate e gommate in grado di coprire le differenti esigenze di sollevamento, dalle più agili e compatte fino a quelle con il miglior compromesso di agilità e performance per i carichi più sfidanti.

Scopri tutta la gamma di Mini Gru elettriche NMG in vendita e noleggio

operatore specializzato per il noleggio gru elettrica

Come scegliere la giusta azienda per il noleggio gru: 5 consigli

Scegliere la giusta azienda per il noleggio gru costituisce il primo passo che imprese edili, industriali e commerciali devono affrontare per poter svolgere la propria attività in modo efficiente, ottimizzando le tempistiche di intervento e lo svolgimento delle operazioni.

Alla luce di queste considerazioni iniziali, vediamo insieme 5 consigli e segnali da ricercare per scegliere la ditta di noleggio gru che offra le migliori garanzie tanto sotto il profilo della qualità ed efficienza dei macchinari locati, quanto per quella dei servizi accessori.

Verificare la presenza di un completo parco gru

Un primo segnale per scegliere un’azienda di noleggio di gru e macchinari per il sollevamento è la presenza di un’ampia e diversificata gamma di prodotti, che comprenda sia mini gru, più agili e ideali in contesti dagli spazi ridotti, sia gru di media e alta portata, la cui potenza permette il sollevamento di pesi fino a 50 tonnellate.

Formula di noleggio flessibile anche a lungo termine

Tra le opzioni più importanti da ricercare nelle modalità di noleggio, la presenza di una soluzione di noleggio a lungo termine che prevede una durata estesa a più mesi, risulta sicuramente fondamentale. Questa modalità di noleggio è importantissima per le aziende che ricercano un macchinario da inserire in maniera stabile e continuativa nel proprio parco mezzi.

Tanti sono i vantaggi di questa soluzione rispetto all’acquisto di una gru, come l’assenza di un ingente investimento iniziale o il sollevamento per l’azienda da tutte le pratiche burocratiche di assicurazione e revisione periodica.

MiniGru elettrica disponibile in noleggio

Possibilità di noleggio con e senza operatore specializzato

Altro segnale di serietà e specializzazione per un’azienda di noleggio gru è la possibilità per il cliente di scegliere o meno la presenza di un operatore specializzato che manovri il mezzo.

Avere a disposizione un’opzione di questo tipo consente al cliente di richiedere la presenza di operatori, risparmiando sui costi e sui tempi derivanti dall’eventuale formazione dei propri dipendenti per l’utilizzo della gru. Ci si affida in questo caso a un operatore già esperto nell’utilizzo e in grado di far fronte anche agli interventi più complessi.

Scopri di più sul noleggio gru con operatore specializzato
Scopri di più sul noleggio gru senza operatore specializzato

Disponibilità di assistenza rapida in caso di guasto

Un altro fattore di notevole importanza che distingue le aziende di noleggio alle quali affidarsi è l’assistenza offerta in caso di malfunzionamenti o guasti più o meno gravi.
Infatti un contratto di noleggio gru deve contemplare tanto la manutenzione ordinaria quanto quella straordinaria – comprendendo quindi tutti quei problemi – elettrici, meccanici, idraulici, ecc. – che possono portare al blocco della produttività del mezzo. In questi casi è bene che sia prevista – nei casi più gravi – anche la sostituzione rapida del mezzo, per ridurre al massimo i tempi di fermo macchina.

Disponibilità alla consulenza per la scelta del mezzo

Un’azienda seria e specializzata nel noleggio gru è in grado di orientare la scelta del cliente verso il mezzo più adatto del proprio parco macchine, conoscendo le esigenze reali delle aziende e le caratteristiche e possibili problematiche di determinati interventi.
Nell’azienda di noleggio è quindi utile ricercare anche la disponibilità di ascoltare richieste e particolarità del lavoro del cliente in modo da consigliare la gru più adatta, le tempistiche di noleggio più verosimili e la modalità migliore, con o senza operatore.

Noleggio di Gru Elettriche con e senza operatore con NMG

NMG noleggia una vasta gamma di gru con un parco mezzi 100% elettrico. Dalle mini gru elettriche fino ai mezzi di sollevamento a maggiore portata, NMG offre formule di noleggio gru personalizzate, scegliendo tra tempistiche anche a lungo termine e presenza o meno di operatore specializzato.
Per ogni azienda e ogni progetto, viene creata una soluzione di noleggio ad hoc per venire incontro alle specifiche esigenze del cliente in campo di movimentazione.

Scopri di più sul noleggio gru elettriche NMG

valla v80

Noleggio gru: quali sono i costi da considerare?

Il noleggio di gru per aziende, imprese e cantieri edili è una soluzione sicuramente vantaggiosa sia dal punto di vista economico, non dovendo affrontare l’investimento con l’acquisto del mezzo, sia dal punto di vista della gestione, con diverse incombenze che saranno a carico dell’azienda di noleggio.

Quando si noleggia una gru è comunque fondamentale sapere che il costo complessivo di noleggio non comprende solamente il semplice “prestito” del macchinario, ma include tutta una serie di costi accessori che è importante conoscere

Noleggio gru: cosa include il costo di noleggio?

Come anticipato, il costo del noleggio di una gru non si ferma alla semplice tariffa relativa al prestito del macchinario ma comprende tutta una serie di costi fondamentali per garantire un utilizzo della gru in sicurezza e nel rispetto delle normative.

Costi relativi alla manutenzione

La manutenzione delle gru da noleggiare – tanto ordinaria quanto straordinaria – rappresenta una delle voci di spesa fondamentali per il locatore.

Infatti, per l’intero periodo di tempo durante il quale esse sono disponibili per il noleggio, il noleggiatore dovrà, in ottemperanza alla normativa vigente (Direttiva Europea 2006/42/CE) mantenerle in perfetta efficienza, sempre pronte a entrare in azione garantendo il massimo livello di sicurezza per gli addetti ai lavori.

La costante manutenzione per avere un mezzo sempre perfettamente funzionante, pari al nuovo, è quindi un costo che il noleggiatore dovrà considerare per formulare il costo del noleggio.

Revisioni e assicurazioni, sempre a carico del noleggiatore

Le verifiche delle gru elettriche e tradizionali sono previste dal Testo Unico sulla Sicurezza, che sancisce l’obbligo a carico dell’azienda noleggiante, di effettuare controlli periodici sui macchinari di sollevamento per verificarne la conformità alle specifiche costruttive e ai parametri operativi stabiliti in fase di produzione e omologazione, compreso quelli azionati in modalità non manuale con portata oltre i 2 quintali.

Naturalmente, la revisione dovrà sempre essere effettuata da soggetti autorizzati dalle Autorità competenti e che rilasceranno una regolare certificazione che attesti l’abilitazione allo svolgimento delle attività alle quali i meccanismi di sollevamento sono preposti.

Anche la copertura assicurativa della gru, come stabilito dalla legge, è un costo sempre a carico dell’azienda che fornisce la gru in noleggio. Il cliente quindi si troverà libero dalle incombenze burocratiche e potrà essere sicuro di avere sempre un mezzo assicurato.

Le certificazioni necessarie che influenzano il costo del noleggio gru

Le certificazioni sono parte integrante delle varie pratiche burocratiche necessarie all’impiego di una gru a noleggio, sia essa ad alimentazione tradizionale o elettrica, e sono necessarie per poter operare in ottemperanza delle norme previste dal TUS e dall’UE.

Esse prevedono la Dichiarazione di Conformità come previsto dalla Direttiva Macchine 2006/42/CE che certifica che il macchinario di sollevamento e trasporto soddisfi i requisiti da essa previsti; il Certificato di Collaudo, che dimostra la verifica e la posa in opera della gru secondo la normativa vigente, oltre che alle specifiche tecniche; il Registro di Controllo, che raccoglie e documenta in modo analitico tutte le revisioni effettuate, nonché gli interventi di manutenzione sia ordinaria sia straordinaria effettuati sul mezzo.

Leggi anche: Come scegliere la giusta azienda per il noleggio gru: 5 consigli

Per concludere

Costi di manutenzione, revisione e assicurazione, insieme alle diverse certificazioni necessarie, sono costi che il locatore deve considerare quando formula il prezzo di noleggio di una gru.

Per le aziende che noleggiano è fondamentale scegliere un locatore che fornisca preventivi chiari e dettagliati, in modo da sapere cosa si va a pagare e come questi costi incideranno sul complessivo costo di noleggio.

Noleggio di Gru Elettriche con e senza operatore con NMG Italia

NMG Italia noleggia una vasta gamma di gru elettriche per le aziende. Per ogni noleggio, viene creata una soluzione di ad hoc per venire incontro alle specifiche esigenze in campo di movimentazione, comunicando in maniera chiara i costi di noleggio, senza sorprese.

Scopri di più sul noleggio gru con NMG Italia

Gru elettrica vs Gru diesel: vantaggi e svantaggi a confronto

Gru elettrica o gru diesel? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le tipologie e come confrontarli? Quali fattori devono essere tenuti in considerazione quando si ha la necessità di scegliere il sistema di sollevamento e movimentazione ideale per la propria attività, a prescindere dal settore a cui appartiene?
Il tipo di alimentazione delle gru influenza notevolmente l’ambito all’interno del quale il mezzo può essere impiegato e ne determina la più o meno praticità in quel determinato contesto operativo.

Per poter effettuare questa scelta in modo corretto, tuttavia, occorre essere in possesso di tutte le informazioni relative ai vantaggi e agli svantaggi di entrambe le tipologie.
Vediamo di analizzarli singolarmente in modo da poterli confrontare.

Gru elettriche: le caratteristiche

La caratteristica principale di questo tipo di sistema di sollevamento è la modalità di alimentazione, l’elettricità, che rende questo strumento il più moderno nel panorama delle gru in qualsiasi settore d’impiego – dall’edilizia all’industria -; altre proprietà che le gru elettriche possono vantare sono:

  • dimensioni ridotte: sono disponibili modelli che hanno un’eccezionale compattezza di ingombri, se confrontate con il modello tradizionale di pari categoria;
  • precisione: qualità che si rivela particolarmente utile in caso di posa in opera in ambienti di piccole dimensioni o con ostacoli fisici di cui tener conto durante la movimentazione e che deriva dalla maggiore modulabilità nell’erogazione della potenza da applicare;
  • svolgimento continuo delle attività del cliente: nel momento in cui una gru elettrica è in funzione all’interno di un’azienda, l’attività può continuare senza rischiare di respirare sostanze nocive (a differenza di una gru a motore termico) e senza perdere temperatura nei locali.

Vantaggi delle gru elettriche

Grazie alle caratteristiche di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente, queste macchine – nelle loro differenti versioni, ognuna delle quali mirata a coprire una particolare necessità, soprattutto legata al luogo delle operazioni -, offre benefici non indifferenti:

  • versatilità: poiché essa può essere utilizzata indifferentemente in ambienti esterni o interni e – nella maggior parte dei casi – con una singola unità, poiché in possesso di un ampio intervallo di portata utile;
  • assenza di emissioni inquinanti, il che rende le gru elettriche ideali in caso di movimentazioni indoor, soprattutto se il luogo ha bassa capacità di ricambio dell’aria un motore elettrico genera una quantità di calore nettamente inferiore, se confrontato con uno tradizionale;
  • minore generazione di rumori e odori: le gru elettriche sono molto più silenziose rispetto alle gru con motore termico, oltre alla totale mancanza di sostanze nocive attribuibili alla combustione;
  • sicurezza: le gru elettriche sono manovrabili tramite radiocomando, permettendo all’operatore di tenersi a debita distanza sia dal carico sospeso sia dal braccio;
  • minori costi di esercizio, dal momento che necessitano di minore manutenzione.

Le gru elettriche: gli svantaggi

In generale non sono presenti grandi svantaggi nel noleggio e utilizzo di gru elettriche. L’unica condizione in cui il loro impiego risulterebbe sfavorevole, sarebbe in un luogo in cui non è presente energia elettrica con cui ricaricare la gru.

Infatti, in fase di organizzazione del lavoro in base ai tempi di ricarica, l’operatore deve sempre tenere conto dell’autonomia lavorativa della gru, corrispondente a 8 ore.

Gru diesel: le caratteristiche

Le gru alimentate con motore termico diesel sono in possesso di caratteristiche che ne fanno la tipologia di gru forse più comune e diffusa oggi.

I vantaggi delle gru diesel

Il primo vantaggio delle gru diesel rispetto alle gru elettriche è la velocità di rifornimento, con il carburante diesel che rappresenta una modalità di alimentazione più rapida rispetto alle alternative elettriche ora disponibili. Da notare però che nonostante la rapidità di rifornimento, i costi aumentano nettamente rispetto alla carica di una gru elettrica.

Gru diesel: quali sono gli svantaggi

Gli svantaggi delle gru diesel sono legati principalmente ai loro ingombri e alle conseguenze derivanti dalla modalità di alimentazione con motore termico.

Il motore delle gru diesel, infatti, produce fumi derivanti dalla combustione del carburante e rumori ben più elevati rispetto alle gru elettriche. Questa caratteristica le rende poco adeguate a tutti gli utilizzi interni, in particolare in ambienti industriali nei quali l’inquinamento acustico diventerebbe elevato per gli altri lavoratori e l’emissione di fumi potrebbe compromettere la produzione.

Riguardo gli ingombri, anche le mini gru con motore termico non riescono a raggiungere la compattezza delle gru elettriche, diventando poco indicate in tutti gli ambienti, sia indoor che outdoor, in presenza di spazi ristretti o la presenza di ostacoli che limitano il movimento e il posizionamento della gru.

In conclusione: Gru Elettrica VS Gru Diesel

Il progresso tecnico e il sempre maggiore investimento delle aziende in modelli di gru elettriche, più sostenibili per l’ecosistema e più versatili negli ambienti lavorativi, ha reso le gru elettriche una soluzione sempre più vantaggiosa per aziende e cantieri edili. Questo si riscontra sia dal punto di vista operativo (minori costi di esercizio, grande versatilità indoor/outdoor, maggiore manovrabilità e sicurezza) sia dal punto di vista economico, con la presenza di diversi incentivi per aziende che dotano il proprio parco mezzi con soluzioni più sostenibili.

NMG: Noleggio e vendita Gru elettriche

NMG è leader in Italia e in Europa nel noleggio e nella vendita di gru elettriche. I migliori marchi sul mercato e condizioni di noleggio flessibili e vantaggiose permettono alle aziende una soluzione pratica e funzionale per la scelta di gru 100% elettriche.

Scopri di più sui servizi di vendita e noleggio di gru elettriche NMG

mini gru jekko cingolata SPX328

Minigru cingolate: settori di utilizzo e vantaggi

Le minigru cingolate rappresentano una soluzione innovativa e versatile nel campo delle macchine da cantiere e per la movimentazione in impianti industriali. Grazie alle loro dimensioni compatte e alla grande stabilità, esse hanno trovato un’ampia gamma di applicazioni in diversi settori.

Ma quali sono le caratteristiche che rendono le minigru cingolate soluzioni vincenti per la movimentazione?

Caratteristiche e vantaggi delle minigru cingolate

Le minigru cingolate si distinguono per una serie di caratteristiche che le rendono uniche e altamente performanti in molteplici situazioni. Nei modelli più recenti, è possibile scegliere minigru cingolate elettriche, che integrano anche tutti i vantaggi di questa modalità innovativa di alimentazione.

Elevata capacità di movimento e sicurezza nella posa in opera

Le minigru cingolate si spostano tramite un sistema di cingoli, che assicura una costante aderenza e stabilità con il terreno, permettendo di essere manovrate su superfici irregolari, in pendenza o a basso coefficiente di aderenza.
Gli stabilizzatori di cui sono dotate le minigru cingolate possono essere regolati in base allo spazio disponibile per le manovre e al tipo di terreno, per garantire una posizione sicura di lavoro.

Queste caratteristiche rendono ideali le minigru cingolate per i lavori all’aperto, anche in zone con strade rurali o accidentate.

Grande manovrabilità

Le minigru cingolate sono progettate per essere facilmente trasportabili e manovrabili. Hanno dimensioni compatte e un peso relativamente contenuto, qualità che le rende adatte a raggiungere aree di lavoro che altre tipologie di macchine o gru tradizionali avrebbero difficoltà a coprire.

Grande versatilità

Le minigru cingolate sono dotate di un braccio telescopico con jib, che permette di aumentarne la portata per sollevare e movimentare carichi fino a diverse tonnellate di peso, ad altezze e distanze che variano a seconda del mezzo scelto. Il braccio può essere dotato di accessori di differente natura (come ventose, manipolatori e ganci) per adattarne l’utilizzo alle diverse esigenze di sollevamento.

Grazie a questi elementi, esse risultano avere quella flessibilità che rappresenta una caratteristica di primaria importanza in qualunque contesto operativo.

Innovativa alimentazione elettrica

Le minigru cingolate possono essere alimentate a batteria. L’efficienza energetica che deriva dalla loro particolare tipologia di alimentazione dimostra che la loro progettazione punta non solo all’ottimizzazione della fase di movimentazione dei carichi, ma anche alla riduzione dei costi di gestione.

Capacità di sollevamento

Nonostante le dimensioni ridotte, le minigru cingolate sono dotate di una notevole capacità di sollevamento. Questa caratteristica le rende adatte per una vasta gamma di compiti, dallo spostamento di materiali pesanti al sollevamento di attrezzature e componenti in contesti che vedremo a breve.

Settori e contesti di utilizzo

Le minigru cingolate elettriche trovano applicazione in una vasta gamma di settori e contesti, grazie alla loro versatilità e alle caratteristiche sopra menzionate.

Alcuni dei settori in cui queste macchine si dimostrano particolarmente adatte includono:

  • edilizia: sono impiegate per sollevare materiali da costruzione, installare travi, posare elementi strutturali e eseguire lavori in quota. La loro capacità di operare in spazi ristretti è fondamentale durante la costruzione di edifici sia in zone urbane ad alta densità di costruzioni, sia in zone rurali con superfici a bassa aderenza per movimentare i materiali necessari per il completamento dei lavori;
  • manutenzione industriale: sono ideali per spostare attrezzature e agevolare il montaggio di componenti negli spazi esterni non perfettamente praticabili attigui a strutture industriali come fabbriche, magazzini e officine, dove sono necessarie precisione, stabilità e sicurezza, per una perfetta integrazione nei processi di produzione;
  • lavori stradali: le minigru cingolate costituiscono un’ottima soluzione per quelle attività che richiedono la movimentazione di materiali come i tubi e parti di canalizzazioni. La loro capacità di operare su terreni accidentati rappresenta un enorme vantaggio in ambiti operativi appartenenti alla cantieristica relativa alla viabilità pubblica e privata;
  • lavori forestali e agricoli: in ambienti boschivi, questi mezzi possono essere utilizzati per il sollevamento dei tronchi, semplificando le attività complesse e pericolose relative a questo ambito operativo. Inoltre, sono adatte per il sollevamento e la posa di elementi all’interno o presso stadi, aree verdi, parchi e piscine, in ambienti aperti dove è richiesta versatilità ed estrema precisione di intervento. Nell’agricoltura, le minigru cingolate elettriche possono essere utilizzate per sollevare attrezzature agricole pesanti e per operazioni di manutenzione negli spazi antistanti la struttura.

dettaglio cingolo jekko SPX328

Minigru cingolate elettriche: le migliori opzioni

Per chi decide di integrare le minigru cingolate all’interno del proprio parco macchine, è innanzitutto importante scegliere i giusti strumenti di lavoro, rivolgendosi a produttori leader nel settore.
Uno di questi, Jekko, fornisce minigru cingolate elettriche di diverse dimensioni e capacità di carico, dotate di radiocomando per il miglior controllo di precisione anche a distanza

Di seguito alcuni dei modelli di punta della Jekko Serie SPX, dai modelli più compatti con capacità di carico 2,8 tonnellate fino ai modelli più adatti ai carichi elevati, con portata massima pari a 8 tonnellate:

  • Jekko SPX 1280: con una capacità massima pari a 8 tonnellate e la funzione di pick & carry da 2000 Kg, rappresenta il top delle minigru cingolate elettriche;
  • Jekko SPX 650: altamente versatile per affrontare situazioni in differenti scenari operativi, potendo contare su una capacità di sollevamento massima di 5 tonnellate;
  • Jekko SPX 532: è il modello con portata da 3200 Kg, che si distingue per il suo sistema di stabilizzazione ad alta tecnologia, che la rende lo strumento perfetto da impiegare in aree esterne in pendenza o con superficie precaria;
  • Jekko SPX 328: dispone di un jib elettrico con 500 Kg di portata massima, mentre il limite di carico utile è di 2,8 tonnellate. Comprende un sistema di autolivellamento e uno antistrappo, che elimina lo sbalzo di velocità al momento del distacco da terra del carico.

NMG: Noleggio e vendita di mini gru elettriche cingolate

NMG Italia è leader a livello nazionale e in Europa nel noleggio e nella vendita di gru cingolate elettriche. Un parco mezzi completo, dalle piccole gru ideali per l’utilizzo all’interno di stabilimenti produttivi, fino alle gru di alta portata fino a 8 tonnellate.

I migliori marchi sul mercato e condizioni di noleggio flessibili e vantaggiose permettono alle aziende una soluzione pratica e funzionale per la scelta di gru 100% elettriche.

Scopri di più sul noleggio di gru elettriche NMG
Scopri il servizio di vendita gru elettriche NMG

smantellamento capannone industriale per trasloco azienda

Traslochi industriali internazionali: a chi rivolgersi

Quando si parla di traslochi industriali internazionali (o International Industrial Relocation), si parla di un’attività professionale che richiede perfetta pianificazione e risorse specializzate, con macchinari adatti e personale altamente formato.

Per lo spostamento di macchinari pesanti, attrezzature complesse e intere linee di produzione al di fuori dei confini nazionali, infatti, è fondamentale affidarsi a una squadra di professionisti qualificati e affidabili, che si occuperà di tutte le implicazioni logistiche, amministrative e tecniche che ne derivano.

In questo articolo vedremo i principali aspetti da considerare quando si deve scegliere l’azienda per portare a termine tale operazione, facendo fronte a possibili imprevisti e rispettando perfettamente le tempistiche preventivate.

Come scegliere l’azienda per il trasporto internazionale di macchine industriali

Le caratteristiche fondamentali che si devono ricercare in un’azienda alla quale affidare il proprio trasloco industriale oltre i confini nazionali sono le seguenti.

Parco macchine completo e specifico

Il primo aspetto fondamentale da tenere in considerazione è il parco macchine, che deve essere diversificato e specializzato, in modo da coprire ogni necessità di movimentazione affrontando anche possibili imprevisti.
All’interno del parco macchine ad esempio non possono mancare gru capaci di movimentare carichi elevati, ideali per lo spostamento dei macchinari più complessi e pesanti, come sono fondamentali anche pick and carry e mini gru, in grado di effettuare movimenti di precisione anche in spazi ristretti o all’interno degli stabilimenti produttivi.

Personale specializzato: la chiave per sicurezza ed efficienza

Un altro elemento fondamentale è rappresentato dalle competenze del personale che si occupa dell’International Industrial Relocation. Questo deve essere composto da tecnici qualificati e adeguatamente formati, che sappiano gestire ogni singola fase del progetto di trasloco con competenza ed estrema cura, partendo dai sopralluoghi e dagli studi preliminari di fattibilità, fino all’assistenza relativa alle pratiche amministrative per il transito di macchinari pesanti e dei relativi iter doganali, oltre alla conoscenza dei processi di imballaggio, protezione e movimentazione.

Esperienza comprovata nei traslochi industriali anche all’estero

Terzo fattore fondamentale da valutare è l’esperienza dell’azienda nei traslochi industriali, in particolare oltre i confini nazionali. Si tratta di un ambito che richiede una grande conoscenza delle normative vigenti nei diversi Paesi, delle procedure burocratiche necessarie, delle modalità di trasporto più efficienti e convenienti.

Inoltre, in fase di pianificazione o durante l’implementazione delle operazioni, possono sorgere complessità particolari o imprevisti che solo un’esperienza consolidata è in grado di gestire e risolvere in modo efficace e rapido.

Un’azienda che si presenta con una serie completa di case history di successo ha di certo affrontato una vasta gamma di situazioni, questo si traduce in una maggiore capacità di prevedere gli ostacoli potenziali e di risolverli con tempestività ed efficienza.

opreazioni di trasloco industriale con gru elettrica

Perché scegliere NMG Italia per i tuoi traslochi industriali internazionali

La scelta dell’azienda alla quale rivolgersi è una decisione che non può essere presa con leggerezza: la gestione sicura dei macchinari, l’impiego di personale altamente specializzato, la comprovata esperienza nel settore e una rete affidabile di connessioni e collaboratori esteri sono i pilastri su cui deve basarsi un trasporto industriale al di fuori del territorio italiano: con il giusto partner, è possibile affrontare anche le situazioni più complesse.

NMG Italia, società leader nel settore dei traslochi industriali in Italia e all’estero, offre ai suoi clienti un servizio completo e altamente personalizzato, che comprende:

  • studio di fattibilità, sopralluoghi e simulazione delle operazioni di movimentazione tramite software;
  • smontaggio, imballaggio e trasloco di macchinari, linee produttive e materiali;
  • assistenza nelle incombenze burocratiche relative al trasloco oltre i confini nazionali;
  • ricollocamento e montaggio completo dei macchinari traslocati, organizzando un nuovo stabilimento produttivo pronto per entrare in funzione.

NMG Italia dispone di un parco mezzi moderno e tecnologicamente all’avanguardia composto da innovative gru elettriche; inoltre, può vantare uno staff tecnico specializzato e altamente competente in materia di traslochi industriali internazionali.

Scopri di più sulle caratteristiche dell’Industrial Relocation da parte di NMG Italia